“Ritorno”

La vita possiede la capacità come le fiamme
che tendono verso il cielo,
di trasformare la sofferenza e il dolore in energia positiva…
non bisogna sottrarsi alle sfide della vita…
non arrendersi alla sconfitta,solo in questo modo
si puo sperare nella vitoria..

donna2.jpg

Voglio vivere il mio presente come un tuffo nelle onde…
e trovare l’ energia che mi permetterà di vivere la mia eternità…
ma ora in ogni attimo far si che sia unico…immobile eterno…
Perchè solo chi è ricco di vitalità… non muore mai…
Nei momenti cruciali c’è bisogno di forza  coraggio…
e di credere…

Maddy
20/03/2009

“Soffio”

f995259c5ed2f6969eaf9a0e4afb9975.jpg

Arriva il giorno
che l’anima fugge
dalla prigione,che è il corpo,
è vento,
soffio…
respiro…
essa appartiene
all’ elemento alchemico
“Aria”
il corpo “Terra”,
libera, l’ anima
non si considera
“Uomo”,
ma dolcemente
abbandona il guscio
che restituisce alla terra
nutrimento
per un nuovo ciclo..
fiore…erba…
umido….

Maddy
27/06/2008

” Tazzulella e cafè ” ???

tazza_caffe.jpg

Con l’ odore di un buon caffè,
la gioia di sentire quest’ arietta fresca sulle spalle…
saluto la gioia di vivere… sempre e comunque dentro di me…

L’assenza è stata un pò lunga, ma ho imparato nuove cose, condiviso emozioni…
e sperimentato anche di più il vostro affetto per me…
Maddy
29/06/2009

“Il senso della vita”

ilsensodellavita.jpg

Il senso ultimo della mia vita

Non pretendo di conoscerlo fino in fondo,

perché è difficile conoscerlo standoci dentro,

la mia vita può avere un senso ultimo e io lo ignoro.

Ma il mio cuore coltiva tra mille mali, fili di perle di gioia…

Però stare a galla ci vogliono occhi in cui specchiarsi,

altre vite a cui intrecciarsi, in pratica amore,

solo in questo modo rimane viva l’anima,

perdendoci un po’ in ognuno saremo meno soli,

e ci sembrerà di non morire mai…

Credo che per affrontare un percorso doloroso ci sia bisogno

di ogni risorsa che il nostro cuore ci voglia dettare,

solo in questo modo la paura si placa…

Maddy

23/04/2009

“Questa primavera”

Questa primavera….

ha risvegliato la bambina che è in me…e allora i ricordi sono diventati vivi, pulsano prepotenti nella mia mente…a tal punto che ne sento il profumo… è una sensazione che mi sorprende … dopo tanto letargo…e ritorna per me la primavera…Quella vera, quella che una volta la sentivi nell’ aria….e annusavi il ritmo delle stagioni…non credevo più che mi si potesse concedere ancora questo dono…

Devo dire che forse quando sentiamo di perdere il contatto con il nostro quotidiano, certe emozioni ci travolgono poi come maree…e piano piano la voglia di abbandonarsi diventa un bisogno…

Mi rivedo nella campagna della mia infanzia… dove sapevo riconoscere ogni albero in fiore…dal colore,dall’odore…e facevo lunghe passeggiate in compagnia del mio cane preferito “Barone” un vecchio dolcissimo incrocio di non so quale razza…ma per me poco importante…era il mio compagno di giochi…e mi sentivo la bimba più ricca del mondo…

Ero di solito scalza (mantengo ancora quest’abitudine…in casa appena torno dal lavoro .mi tolgo le scarpe per sentire il freddo del pavimento) ma allora era il contatto con la terra che mi faceva fremere di piacere…anche se i miei nonni mi sgridavono … io ero bravissima nel trasgredire le loro raccomandazioni.

E vagavo per ore, libera in quella magnifica campagna…parlando da sola…immaginando le mille storie che poi mi raccontavo … ero felice … ma solo ora ne sento il peso…

Nei ricordi siamo più tolleranti con certe eventi che allora sentivamo come una punizione…sentivo molto la mancanza di mia madre…e la campagna mi ricordava il calore del suo amore…e immaginavo di vederla oltre il ponte che segnava il punto dove  la scorgevo nei giorni che mi faceva visita… impazzivo di felicità nel vedere la sua figura in lontananza e benedivo quel sentiero perché mi regalava i suoi passi…

E avevo imparato a contare le ore con il passaggio dei treni…conoscevo quello della nove del mattino…quello di mezzogiorno…perchè sapevo che dovevo rientrare dal mio vagabondare…e quello delle diciassette perché la giornata era finita….per lasciare posto all’ imbrunire…e allora i nonni rientravano in casa e iniziavano le lunghe serate….

Finalmente mi concilio con i miei ricordi…e li sento parte di me…

Maddy

04/03/2008

“Vuoto”

pensieri-e-parole.jpg

Guardo per ore il bicchiere sul tavolo

e sento il desiderio di bere, un gesto semplice lo so,

ma da tempo mi perdo nei movimenti lenti del quotidiano,

attendo…che il desiderio aumenti… attendo

e arriva il vuoto, lo tocco, lo assaporo più di ogni altra cosa… e attendo…

che il desiderio inizi a scorrere di nuovo…

E cosi che passano giorni eterni, unici… e brevi come flash…

E mi accorgo che sono cambiata, piano come l’acqua che tra poco berrò…

Lentamente ingoio la mia vita……

Maddy
11/7/2009

“Sospesa”

Sono sospesa, cosi in alto
con la vita che scorre  ai miei piedi,
non oso guardare la strada…
di sicuro non riuscirei più a seguirne i ritmi…
sento solo i rumori ovattati
Sono sospesa nel vuoto, incerta…
anche il filo a cui sono legata è doloroso
avrò la forza di continuarne il cammino?…
e lo sguardo si ferma su dei puntini che intravedo,
è qualcuno che soffre più di me…
non ho il diritto di arrendermi,
mi chiedo e continuo, cosi sospesa sul filo…
non importa se è dolorante
arriverò alla meta…e scenderò nella strada
toccando di nuovo il mio suolo
Non resterò sospesa per molto…
Maddy
09/01/09
filo sospeso.jpg

“Deriva”

donna mare.jpg
Il più bello dei mari
è quello che non navigammo.
Il più bello dei nostri figli
non è ancora cresciuto.
I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.
E quello
che vorrei dirti di più bello
non te l’ho ancora detto
Nazim Hikmet

A volte è meraviglioso lasciarsi prendere dalla marea dei pensieri
farsi cullare dai ricordi
e conservarli nel più profondo dell’ anima
si alla deriva… abbracciata ad onde incalzanti
come gli eventi di una vita
e stringere l’ immensità…
blù…
come il più bello dei nostri mari
Cullata…
Maddy
02/04/2009

“Auguri” ihihih!!!

Mi dispiace non poter raggiungere le amiche stasera…ah ah ah …
ma sono giustificata… vi penserò da casa … al calduccio …
mi raccomando non volate troppo alto … copritevi bene …
e prima di uscire assicuratevi bene alla scopa…
befanala4.jpg

befana.jpg

Maddy
5/1/2009

…con i piedi fortemente poggiati sulle nuvole…

8835fff974a6905e57d5e43507b48de3.jpg

Con i piedi fortemente poggiati sulle nuvole guardo i bambini e penso…

I bambini sono di sinistra, di sinistra, si…  nessun dubbio.

Non soltanto per via dei pugnetti stretti in segno di precoce protesta.

I bambini sono di sinistra perché amano senza preconcetti, senza distinzioni.

I bambini sono sinistra perché comunque, qualsiasi cosa tu gli dica

che assomigli vagamente a un ordine, fanno resistenza, ora e sempre.

I bambini sono di sinistra perché fanno i girotondi da tempi non sospetti.

I bambini sono di sinistra perché Babbo Natale somiglia a Carlo Marx.

I bambini sono di sinistra perché Peter Pan e “Che” Guevara

Prima o poi troveranno un nesso… (Serra-Terruzzi)

Spero che sia un anno diverso (come commenta hot metal)…diverso…forse…

Di idee nuove, come bambini, che possano essere innovative, fresche, senza distinzioni…

e che tutti noi anche rimanendo, con piedi fortemente poggiati sulle nuvole,

non dimenticheremo mai..che tutto è dentro noi…

la forza, l’ amore, la tolleranza, la gioia, la condivisione…

Un augurio fortissimo a tutti…

questo è il mio modo per augurarvi un anno speciale…

Maddy

31/12/2007